Il ladino

A causa dell’isolamento di un tempo, la Val Gardena ha una lingua propria, il ladino, che è di ceppo reto-romanico e che si è sviluppato dal latino volgare e dalle tracce della lingua regionale dopo la dominazione romana su questa zona.
Il ladino in passato è stato erroneamente considerato un dialetto. Oggi il ladino è invece riconosciuto a tutti gli effetti come terza lingua ufficiale dell’Alto Adige insieme all’italiano e al tedesco ed è insegnato nelle scuole come materia scolastica obbligatoria, affinchè esso non venga dimenticato. Il popolo ladino, che rappresenta il più piccolo gruppo etnico in Alto Adige con circa il quattro per cento degli abitanti totali, mantiene saldamente le proprie origini e tramanda di generazione in generazione la lingua retoromana tramite la tradizione orale. Inoltre la lingua viene promossa attraverso diverse pubblicazioni e trasmissioni radiofoniche e televisive. Oggi il ladino è seriamente minacciato dall’utilizzo di parole straniere. Tuttavia è stato dimostrato che nella maggior parte della popolazione è ancora viva la capacità di percepire, pensare e di sentire in qualità di ladini.

Datei:Flag of Ladinia.svg – Wikipedia